Il Permesso di soggiorno: come fare richiesta, costi e rinnovo

luglio 3, 2018

Permesso di soggiorno

Cos’è il Permesso di soggiorno?

Informazioni per capire al meglio il procedimento per la richiesta.

Spero vi siano molto utili!!

Il Permesso di soggiorno è un documento che permette di soggiornare in maniera regolare tutti i cittadini stranieri per un periodo superiore ai tre mesi.

Oggi, viene rappresentato da una smart card, dotata di un chip, nella quale vengono inserite tutte le informazioni dello straniero per assicurare la sua effettiva regolarità.

Come richiedere il Permesso di soggiorno?

Per richiedere il Pds è necessario presentare agli Uffici Postali abilitati il kit postale a banda gialla, che potete trovare presso gli stessi Uffici postali, i Patronati ed i Comuni abilitati.

La richiesta del permesso di soggiorno per sé e i propri familiari deve essere presentata con un unico kit (MOD. 29), che contenga il Modulo 1, e il Modulo 2 qualora il familiare percepisca un reddito.

Il kit postale, una volta compilato, dovrà essere presentato in busta aperta con gli allegati previsti a seconda del tipo del permesso richiesto.

Gli stranieri saranno convocati dall’Ufficio Immigrazione tramite lettera raccomandata, per il rilascio delle impronte digitali e per la consegna del permesso di soggiorno.

Per la prima convocazione è necessario portare 4 fotografie formato tessera con fondo bianco, una delle quali sarà apposta sul permesso o sulla carta di soggiorno.

Quali sono i documenti necessari per la richiesta?

Per ottenere il Permesso di soggiorno è necessario presentare:

  • Modulo di richiesta (kit) compilato;
  • Fotocopia del passaporto, o altro documento equivalente, in corso di validità con il relativo visto d’ingresso (se richiesto); andrà portato anche in originale;
  • 4 foto formato tessera, identiche e recenti;
  • Marca da bollo da 16,00 euro;
  • Documentazione necessaria al tipo di permesso di soggiorno richiesto.

In caso di smarrimento del documento d’identità, occorre allegare la fotocopia della denuncia dell’avvenuto furto.

Quanto costa richiedere il Pds?

Per richiedere il Permesso di soggiorno, compreso il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, i costi sono i seguenti:

  • 30,00 euro allo Sportello Postale per la spedizione dell’assicurata;
  • 16,00 euro corrispondente alla Marca da bollo;
  • 30,46 euro come contributo per la stampa del documento elettronico, da versare sul conto corrente postale n. 67422402; intestato a: “Ministero dell’Economia e delle Finanze”; con causale “importo per il rilascio del Permesso di Soggiorno Elettronico”.
  • Un contributo che va 80,00 a 200,00 euro deciso in base al periodo di durata del Permesso di Soggiorno.

Non devono pagare quest’ultimo contributo:

  • I minori di 18 anni;
  • I figli minori anche del coniuge o nati fuori dal matrimonio;
  • Coloro che richiedono il permesso di soggiorno per cure mediche;
  • I cittadini stranieri che richiedono il permesso di soggiorno per asilo politico, protezione sussidiaria o motivi umanitari;
  • Coloro che richiedono l’aggiornamento o la conversione del titolo di soggiorno in corso di validità.

I pagamenti vanno effettuati tramite bollettini postali premarcati.

Quanto dura il Pds?

La durata del Permesso di soggiorno cambia a seconda delle motivazioni per cui lo richiedi:

  • Tre mesi, se rilasciato per motivi d’affari e turismo;
  • Nove mesi, se rilasciato per lavori stagionali;
  • Un anno, se rilasciato per la frequenza di un corso per studio o formazione professionale certificati;
  • Due anni, se rilasciato per lavoro autonomo, lavoro subordinato a tempo indeterminato o ricongiungimento familiare.

Come posso rinnovare il Pds?

Il rinnovo del Permesso di soggiorno va richiesto indicativamente almeno 60 giorni prima la data di scadenza.

Tuttavia, se presentate la domanda di rinnovo dopo i 60 giorni richiesti, esso non provoca l’espulsione automatica dello straniero, che avviene solo se la richiesta viene respinta per mancanza dei requisiti.

Come per la prima richiesta, anche per il rinnovo il richiedente verrà sottoposto ai rilievi delle impronte digitali. Il Pds rinnovato avrà una durata non superiore a quella del precedente.

Il permesso di soggiorno non può essere rinnovato se hai interrotto il soggiorno in Italia, rimanendo all’estero per un periodo continuato superiore a 6 mesi, o superiore alla metà del periodo di validità del permesso di soggiorno.

Cosa fare se mi rifiutano o negano il permesso di soggiorno?

Se credete di essere in regola e vi sia stato rifiutato ingiustamente, se è per motivi di lavoro, potete far ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) della Questura competente che lo ha emesso, entro 60 giorni dalla comunicazione ufficiale del decreto.

Se è stato negato per motivi di famiglia si può presentare ricorso al Tribunale ordinario entro 60 giorni dalla data di notifica.

Che diritti ottengo con il Permesso di soggiorno?

Dopo aver finalmente ottenuto il Permesso di soggiorno, questo consentirà di possedere determinati diritti e doveri nel paese nazionale.
Noi stranieri potremo:

  • iscriverci presso i Centri per l’Impiego ed avere una scheda professionale propria;
  • iscriverci al Servizio Sanitario Nazionale;
  • regolarizzare la posizione con l’INPS (Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale);
  • regolarizzare la posizione con l’INAIL (Istituto Nazionale per gli Infortuni sul Lavoro);
  • richiedere l’iscrizione anagrafica presso il Comune di residenza;
  • richiedere l’iscrizione a scuola per i figli minori;
  • aderire e/o promuovere un’associazione;
  • iscriverci al sindacato.

Nel caso in cui desideri convertire il visto turistico in permesso di soggiorno per motivi familiari, leggi come fare cliccando qui.

Se trovi difficoltà nella compilazione del kit e desideri assistenza… clicca qui

SE TI È PIACIUTO CONDIVIDI L'ARTICOLO:
  • 7
    Shares
Lascia un commento

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment